Il 25 marzo del 1776 Ferdinando IV di Borbone, Re delle Due Sicile, fonda la Real Colonia della Seta di San Leucio, a pochi chilometri dalla Reggia di Caserta, con l'intento di eguagliare e superare la bellezza dei tessuti di seta prodotti a Lione.

Chiamati a lavorarvi i migliori maestri tessitori francesi ed italiani del tempo, Ferdinando IV li organizza in una comunità con uno statuto a carattere sociale ed egualitario di grande modernità per l'epoca.

Oltre all'assegnazione di una casa, dotata fin dall'inizio di acqua corrente e servizi igienici, era garantita la formazione gratuita, con la creazione della prima scuola dell'obbligo d'Italia femminile e maschile, una cassa comune "di carità" e l'assistenza agli anziani e agli infermi.

In breve tempo i prodotti della Real Colonia della Seta, lampassi taffetà, damaschi, liseré e tutti i tessuti allora di gran moda guadagnano la stima di tutta la nobiltà europea diventando la nuova pietra di paragone della tessitura serica europea.